Feugiat nulla facilisis at vero eros et curt accumsan et iusto odio dignissim qui blandit praesent luptatum zzril.
+ (123) 1800-453-1546
clinic@qodeinteractive.com

Related Posts

Title Image

Blog

Home  /  Medicina e salute   /  Dieta efficace: come distinguere le informazioni vere dai luoghi comuni e dalle magiche bugie
Una ragazza misura il girovita al termine di una dieta efficace

Dieta efficace: come distinguere le informazioni vere dai luoghi comuni e dalle magiche bugie

Capita a tutti – o quasi – almeno una volta nella vita di chiedersi se esista davvero una dieta efficace. Ci si può trovare di fronte all’esigenza di dover adottare uno stile di vita sano: abbiamo approfondito l’argomento quando abbiamo parlato del concetto di stare in forma. Ma può accadere anche di voler cambiare solo il proprio aspetto fisico, un desiderio senz’altro lecito se al tempo stesso si è consapevoli che una dieta, per essere davvero efficace nei risultati, non solo nell’immediato e per un tempo limitato, deve necessariamente rispondere a requisiti certi e specifici.

Ma come riconoscere una dieta efficace? La domanda è di fondamentale importanza perché se da un lato è vero che non possiamo sostituirci alla figura del Dietologo – l’unico a poter prescrivere una dieta in quanto vero e proprio atto medico – dall’altra non possiamo vietare alle persone di cercare informazioni liberamente e sappiamo bene che tra gli strumenti più utilizzati oggi c’è il web.

Dieta efficace e improvvisazioni in rete

Malgrado l’evidente necessità di alimentazioni adeguate a particolari situazioni patologiche o a semplici riduzioni del peso corporeo, siamo quotidianamente subissati da improvvisazioni dietetiche. Circolano su Internet nell’intento di fronteggiare l’epidemia di obesità che penalizza il mondo civilizzato, puntando a fare colpo sulla generazione più giovane, alle prese con i primi confronti allo specchio e con quei canoni di bellezza socialmente condivisi, avvolti da auree di benessere e successo, che di certo non promuovono salute.

In un momento di debolezza, come quello che può scaturire dalla consapevolezza di dover fronteggiare una situazione patologica o dal voler apparire a tutti i costi “diversi”, non è poi così difficile cadere in quello sciame di notizie finalizzato a far crescere il business del dimagrimento.

Quest’ultimo, seppur osteggiato quotidianamente dalla comunità scientifica, è spesso intercettato da coloro che cercano disperatamente una strada da intraprendere: ad esempio obesi in cerca di miracoli o di promesse che poco disturbino le loro abitudini ed ancor meno quella irrinunciabile sedentarietà che caratterizza il loro improprio stile di vita.

Purtroppo quello della dieta efficace è un tema appetibile: lo vediamo dalla mole di giornali, riviste e programmi televisivi  che pubblicano o ospitano mistificatori lusinghieri, pronti a propinare novità e surreali “principi attivi”, magari nascosti in accattivanti prodotti “naturali” o in qualche non innocua tisana.

Così quella che ogni soggetto sovrappeso o obeso, con o senza diagnosi acclarata di patologie, sembra pronto ad intraprendere è solo una disavventura. E invece è doveroso che gli obesi si affranchino dai maghi di turno ed evitino di sottostare all’irrazionalità e alla pericolosità di certi schemi “dimagranti”. Infatti, il prezzo fisiologico, psicologico ed economico di un dimagrimento mal condotto supera di gran lunga quello di un benché minimo, effimero beneficio.

Ecco allora che occorre fare chiarezza, iniziando a distinguere tra false promesse, titoli accattivanti e informazioni attendibili. Di seguito alcune diete false che circolano in rete: possiamo definirle fanta-diete in quanto hanno più sembianze di fantasiose fate morgane che di reali percorsi verso la buona salute.

Una ragazza sulla bilancia al termine di una dieta efficace

10 fanta-diete che si incontrano online tutt’altro che efficaci

Cercare fanta-diete online è molto più facile che cercare diete efficaci, non fosse altro perché a nessun medico dotato di buon senso e di professionalità verrebbe in mente di prescrivere sul web una TERAPIA DIETETICA, che non può, per definizione, prescindere dalla visita medica del paziente. Basta digitare alcune parole chiave sul motore di ricerca e il gioco è fatto. I risultati sono sorprendenti e al tempo stesso preoccupanti.

Una ragazza compila il diario alimentare, segnale di una dieta efficace

Di seguito una lista delle fanta-diete più false: sono 10 e sono solo a titolo di esempio, naturalmente le diete dalle quali stare lontani sono di gran lunga più numerose.

Ribadendo ancora e mai abbastanza che la dieta è un atto medico e dev’essere prescritto tenendo conto della persona alla quale si rivolge, deve essere chiaro che non esiste una ricetta magica o uguale per tutti: parlare di alimentazione corretta, stile di vita sano e cibi “sì” è un conto, seguire una dieta è qualcosa che va oltre.

  • La Dieta delle proteine vegetali. Una nuova promessa che arriva dal Giappone e che sembra promuovere un’alimentazione a base di proteine vegetali.
    Considerazioni: una vera dieta è senza dubbio equilibrata nei suoi macronutrienti, pertanto il titolo è già fuorviante.
  • La Dieta priva di carboidrati e ricca di proteine. Negli ultimi anni ha assunto numerose denominazioni, dalle paleodiete alle diete low carb.
    Considerazioni: ricordiamo semplicemente che i carboidrati sono fondamentali allo svolgimento delle funzioni fisiologiche, prima tra tutte quella di fornire energia, oltre a quella di  “bruciare i grassi”.
  • La Dieta per perdere peso dopo le vacanze estive. Al rientro dalle vacanze il desiderio di molti è perdere kg in eccesso, dopo un periodo di poca attenzione a tavola.
    Considerazioni: i menù detox riaffiorano dopo vacanze estive, pranzi natalizi e momenti di festa. Una vera e propria punizione, oltre che una mera illusione. Una corretta ed equilibrata alimentazione fornisce già antiossidanti, ma è lo stile di vita nel suo complesso a promuovere l’allontanamento dei cosiddetti radicali liberi.
  • Dieta delle pesche per perdere peso velocemente.
    Quella di perdere peso velocemente è un’aspirazione di molti: nascono così numerose diete di questo genere.
    Considerazioni: in rete e sui giornali se ne trovano di tutti i tipi e soprattutto per tutti i frutti. Promettono di raggiungere i risultati desiderati in pochissimi giorni, da un minimo di 3 giorni a un massimo di 5. Bisogna evitare assolutamente di seguirle e di crederci!! Quel che perdereste per una sorta di stress del metabolismo, lo riacquistereste malamente in brevissimo tempo.
  • La Dieta dell’uovo sodo. Le diete basate sul consumo di un alimento in particolare sono tante.
    Considerazioni: un’altra fanta-dieta appartenente al genere di dieta monoalimento. Non hanno nessun fondamento scientifico e soprattutto sono l’opposto di una vera dieta: fareste infatti un carico di colesterolo che paghereste in seguito.
  • La Dieta dissociata per dimagrire in 7 giorni. In tanti propongono una dieta dissociata: si tratta di consumare in momenti separati della giornata carboidrati e proteine.
    Considerazioni: come abbiamo più volte sottolineato stare in forma significa adottare uno stile di vita sano. Cosa c’è di sano e corretto in un finto piano alimentare che promette falsi risultati in soli 7 giorni?
  • La Dieta con le bacche di acai per depurarsi e controllare il colesterolo. Negli ultimi anni il consumo di semi e bacche è aumentato in modo evidente da parte degli italiani.
    Considerazioni: il mondo delle fanta-diete è davvero variegato e non ci sono limiti alla fantasia e alla creazione di falsi miti e dannose aspettative. Quelli che possono essere veri e propri problemi di salute ai quali stare attenti vengono facilmente relegati a miseri argomenti, trattati con superficialità e senza alcun fondamento scientifico.
  • La Dieta del digiuno: niente pasti solidi dopo le 17:00. A questa dieta è stato dedicato anche un vero e proprio libro.
    Considerazioni: l’argomento “digiuno” è più complesso e merita serietà e approfondimento nella trattazione. Sarà, magari, un prossimo argomento. In questo articolo faremo la considerazione più importante, e cioè che ha una sua validità SOLO SOTTO STRETTO CONTROLLO MEDICO (e questo dovrebbe far riflettere..). Infatti, negli ospedali e ambulatori specializzati viene utilizzata, per brevi periodi, su pazienti obesi che devono affrontare un intervento chirurgico e necessitano – per motivi di anestesia – di un calo ponderale di una certa entità.  In linea di massima sia chiaro che regimi drastici implicano, ovviamente, imposizioni e rinunce. E come sappiamo, alla lunga, esse non possono che essere fallimentari se non dannose.
  • La Dieta del gelato. Altro esempio di dieta basata sul consumo maggiore di un preciso alimento. Questa, inoltre, fa leva sul desiderio di mangiare dolci che, come sappiamo, vanno consumati con moderazione.
    Considerazioni: promette di far perdere dai 3 ai 5 kg mangiando gelato e qualcos’altro. Quale sarebbe il vantaggio, dal momento che introduciamo nel nostro corpo una grande quantità di zuccheri semplici e una percentuale di grassi saturi (panna) superiore alla norma? Per non parlare di una serie di sostanze non naturali, utilizzate anche per la produzione di quelli che vengono venduti come gelati artigianali? Il consumo di gelato non è assolutamente vietato, anzi! Nelle giuste grammature un bravo dietologo sa inserirlo anche come spuntino, magari privilegiando il gelato alla frutta, ma resta qualcosa che possiamo concederci con moderazione e mai promuoverlo ad abitudine o  pilastro di una dieta.
  • La Dieta del minestrone. In inverno è tra le più gettonate. Propone menù in cui a primeggiare sono le verdure.
    Considerazioni: il consumo di verdure, seppur promosso e importante, non può di certo scambiarsi di ruolo con i pasti principali. Questi ultimi devono necessariamente contenere carboidrati complessi (in percentuale maggiore a pranzo) e proteine nobili (di origine animale). Le verdure, che devono essere sempre presenti, rivestono sempre il principale ruolo di contorno o condimento. Certo, un buon minestrone può anche non contenere riso o pasta, ma faremo una buona scelta se vi aggiungeremo una bella patata o dei legumi. Un pasto sano si compone di macronutrienti quali carboidrati, proteine, grassi e micronutrienti. La dieta efficace è proprio quella che, calibrata sul personale fabbisogno energetico, li contiene tutti rifornendo così l’organismo di tutto ciò di cui necessita.

Dopo tali considerazioni, appare evidente che bizzarre “proposte alimentari”, prospettate da  titoli del genere, non sono nemmeno lontanamente paragonabili a quel che si intende per dieta efficace, alimentazione corretta e stile di vita sano.

Promesse come “dimagrisci dove vuoi tu, sulla pancia, sui glutei, sulle cosce…”, “elimina i lieviti e allunghi la vita” o “perdi peso in 3 giorni”, proprio perché allettanti e generaliste, devono assolutamente farci desistere e al contrario invogliarci a cercare una strada alternativa e seria. La nostra strada: una dieta personalizzata e soprattutto fatta di un rapporto umano e reale con il dietologo. Solo così potremo imparare a camminare da soli, forti di un’alimentazione sana e rispettosa del nostro benessere.

La Dott.ssa Gabriella Bosco – Dietologa Clinica

Senti l’esigenza di voler cambiare stile di vita partendo dall’alimentazione?

Contattami telefonicamente allo 085 42 12 977 o inviandomi un’email a info@diaitaetica.it

Sarò felice di illustrarti in che modo è possibile modificare le proprie abitudini alimentare e adottare uno stile di vita sano.